Protezione Civile

14732235_995782553878585_3413461918340812067_nLa Protezione Civile è l’insieme delle attività messe in campo per tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni che derivano dalle calamità: previsione e prevenzione dei rischi, soccorso delle popolazioni colpite, contrasto e superamento dell’emergenza e mitigazione del rischi.

Il concetto di “Protezione Civile” è uno di quei concetti semplici che sembrano non riuscire a penetrare nella opinione pubblica. Per qualcuno la “Protezione Civile”  comprende tutte le attività che hanno per scopo la sicurezza dei cittadini e dei loro beni. E’ evidentemente una definizione troppo vaga che non aggiunge nulla alla definizione della attività ordinaria.

Per altri è invece quell’apparato che interviene in occasione di eventi straordinari.
In questo caso, al contrario, la definizione è troppo angusta perché si limita a considerare la fase successiva all’evento.

In realtà una corretta definizione di Protezione Civile potrebbe collocarsi fra questi due estremi  mettendo contemporaneamente in risalto gli aspetti relativi alla Prevenzione, all’Attenuazione del Rischio, e del Soccorso e Ripristino.

Dunque, secondo questa definizione di Protezione Civile, si tratta di quel complesso di attività, anche preventive, che mirano alla sicurezza dei cittadini e dei loro beni minacciati o colpiti da eventi straordinari che richiedono risorse eccedenti quelle normalmente disponibili. Queste attività non si concentrano solo al momento dell’evento, ma lo precedono e lo seguono attraverso gli atti di una molteplicità di soggetti pubblici e privati.

Si potrebbe dire che svolgono attività di Protezione Civile:

Gli organi di governo e gli enti pubblici, quando stabiliscono i criteri per amministrare il territorio e le sue risorse (ad es. quando viene approvato il Piano  Regolatore di un Comune ed il suo Piano di Protezione Civile)

Le Associazioni di Volontariato e I corpi di Soccorso (ad es. durante le operazioni di Soccorso e Ripristino)

Ma anche i cittadini stessi, quando sono consapevoli del rischio ed approntano le loro difese (ad es. quando evitano di accendere fuochi liberi in un bosco).

Cosa è la Protezione Civile

In questo ambito la nostra associazione ha una lunga storia chi inizia nel lontano 1908 in occasione del terremoto di Messina; partecipando anche alle operazioni di soccorso durante il terremoto del Belice (1968) e quello dell’irpinia (1981). La nostra tradizione non viene interrotta neppure in tempi più moderni, ricordando il terremoto del in Umbria e delle Marche (1997), il maremoto che colpì l’Indonesia (2004), e i terremoti più recenti dell’Aquila e dell’Emilia Romagna. La nostra attività principale è quella sanitaria, disponiamo infatti un “PMA” acronimo di Posto Medico Avanzato, che altro non è che un Pronto Soccorso da Campo. Disponiamo infatti di 5 tende pneumatiche per un totale di circa 220 Mq, all’interno delle quali vengo installate apparecchiature medicali di ultima generazione. Questa struttura è in grado di ospitare circa 72 posti letto, per ricoveri di breve e media durata, per pazienti in attesa di essere stabilizzati e trasferiti in ospedali idonei. Oltre a questa attività, che è il nostro fiore all’occhiello, i volontari della nostra associazione svolgono anche operazioni di assistenza alla popolazione che comprendono un vasto ventaglio di funzioni, fra le quali  ricordiamo l’allestimento di campi di accoglienza per le persone sfollate, attività di cucina, di segreteria e di sala operativa.
Durante le emergenze di Protezione Civile (neve, vento, pioggia, ecc..) in questa sezione vengono pubblicate tutte le informazioni sull’evolversi dell’evento e sulle procedure attivate dal Centro Operativo Comunale. Dati a cura del Servizio di Protezione Civile del Comune di Prato

FacebookTwitterGoogle+WhatsAppSkypeSMSWeChat
Pubblica Assistenza L'Avvenire